cerca

Noi che ci diciamo Italiani

27 Maggio 2012 alle 14:00

Per integrare il puntuale resoconto di Luxardo sull'impresa di Alessandria d'Egitto varrebbe la pena ricordare che, a seguito della comunicazione data al comandante della nave da battaglia Valiant da parte del tenente di vascello Durand de la Penne sulla oramai prossima detonazione delle cariche, l'ufficiale inglese fece rinchiudere i due italiani, De la Penne e Bianchi, in un locale adiacente al deposito munizioni. Salvatisi dall'esplosione raggiunsero a nuoto la riva e furono fatti prigionieri. Nel 1945 lo stesso comandante della Valiant, Sir Charles Morgan, appuntò al petto di De La Penne la medaglia d'oro al valor militare nel corso della cerimonia presieduta Umberto di Savoia. Eppure dopo il suo ingresso in politica, la politica è riuscita a far cadere nell'oblio anche la tempra di tale uomo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi