cerca

Scherziamo?

24 Maggio 2012 alle 11:30

Primo sì alla riduzione dei parlamentari: da 630 a 508 i deputati e da 315 e 254 i senatori. Anche gli eletti all'estero da 12 a 8 per la Camera, da 6 a 4 per il Senato. Ma ci vogliamo prendere in giro? 300-350 dovrebbe essere la somma di tutti. E vogliamo approfittare per eliminare gli eletti all'estero? Colui che lavora all'estero da meno di 5 anni (o sono troppi?) e risiede in Italia, voti pure nelle ambasciate, che provvederanno a riconoscerlo e a dargli la possibilità di un voto elettronico che arriverà immediatamente al ministero. Gli altri cosa hanno a che fare con la vita reale del Paese, anche quando abbiano un qualche affetto particolare? Nulla si dice dei benefit da eliminare e degli stipendi da potare drasticamente. E le province da eliminare, le Regioni da ridurre? Per recuperare un po' di normalità ci vorrebbero almeno 10 anni di Napolitano e Monti (e, invece, ne avranno solo per un anno). E l'anno venturo, se andrà bene, saremo alle prese con un rompicapo irrisolvibile (e non sarà con l'astensione che può essere risolto).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi