cerca

Lorsignori esultanti e lorsignori estinti.

22 Maggio 2012 alle 08:00

A lorsignori eletti, esultanti per gli esiti della tornata ammnistrativa, qualcuno spieghi che “trionfo” e “vittoria” o anche “importante affermazione” o “ribaltamento in tutto il Paese” o similari celebrazioni, sono rituali espressivi che al netto dell’oceanico astensionismo assumono una valenza beffarda. A lorsignori sconfitti, semi estinti dalla tornata elettorale, qualcuno consigli di astenersi, però, dal celebrare tali beffarde precisazioni. Al corpo elettorale, invece, tanto gli esultanti che gli sconfitti, inizino a dimostrare come intendono operare per dimezzere il debito e le tasse. Non perchè qualcuno pensi che lo faranno ma così, tanto per capire che cosa accadrà alla prossima tornata.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi