cerca

Il male è inspiegabile

21 Maggio 2012 alle 23:21

..secondo le parole di Ferrara. Non è così, dal cristianesimo sappiamo che l'uomo è immerso nel male e l'unico argine sono gli strumenti di difesa che il Cristo ci dona, a patto di volerli e di chiederli. Ma se una società rifiuta e deride il Cristo allora rifiuta anche gli strumenti che fanno argine al dilagare del male, e la percezione di esso si indebolisce sempre più. Quaranta anni fa la coscienza di aver compiuto un misfatto per un aborto procurato era ancora viva, oggi il misfatto è scambiato per diritto ed è praticato da milioni, e il vizio omosessuale è oggi classificato come diritto di coppia. Cosa pensate che questo non abbia effetti sulla coscienza globale di una società?? La vita umana perciò è destinata ad avere sempre un valore al ribasso in una discesa con scivolo sempre più ripido.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi