cerca

Una buona notizia tra tante cattive

27 Aprile 2012 alle 09:30

Di positivo, nel duplice senso di fatto accertato dai sondaggi e di prova dell’autonomia intellettuale dei cittadini, c’è che l’opinione pubblica è ormai unita contro l’oppressione fiscale e contro l’eccesso di spesa pubblica che la genera: Lusi e Belsito aiutando, la campagna d’odio contro i parassiti fiscali ha fallito lo scopo di nascondere i parassiti incistati nella pubblica amministrazione, e che divorano un quindici percento delle nostre tasse. Di negativo c’è che manca un clone del Cav. di vent’anni fa, con quelle parole d’ordine liberal-liberiste senza se e senza ma; e anche un clone del Bossi coevo, con la proposta federalista, che era la promessa di unificare l’Italia a livello padano, anziché sudmediterraneo. Insomma, manca la speranza di risanare il paese. Ci svaghiamo con Grillo, per non pensare a quelle varie ammucchiate “moderate” che ci verranno propinate nella scheda elettorale: per quanto assistite da luccicanti marketing, comunicazione, packaging, nella più ottimistica ipotesi il loro stesso “moderatismo” non può promettere che un ritorno alla stagnazione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi