cerca

"Graecia capta ferum victorem capi(et)"

27 Aprile 2012 alle 11:39

E' divenuto un monito esecrando quello che a tutte le ore si diffonde da tutti i mentori dell'apocalisse prossima ventura: "attenti a non fare la fine della Grecia!". Eppure la Grecia, come Israele è un piccolo paese a cui è legato il destino della nostra civiltà. La democrazia e la religione dell'Occidente trovano in questi due paesi fondamento contro la barbarie. Storicamente la Grecia è la vedetta della democrazia, senza di essa l'impero avanza, quello Persiano, quello Macedone, quello Romano, quello Ottomano o quello finanziario moderno, così come quando Israele è condotta prigioniera a Babilonia, intorno all'arca danzano i sacerdoti di Baal. Gli antenati anche se vecchi e imbecilli devono essere portati sulle spalle dei giovani ecisti, come Anchise sulle spalle di Enea e se proprio bisogna deporli almeno si celebri un suntuoso funus. Che i giochi olimpici di inizio millennio siano stati questo ludus estremo che l'Europa ha riservato alla Grecia? In tal caso prepariamoci alla notte della democrazia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi