cerca

La paghetta di Monti

16 Aprile 2012 alle 16:00

Oramai il sentiero luminoso è tracciato e soltanto gli evasori fiscali faranno ogni sforzo per non seguirlo: la miseria, l'inedia, la morte per fame. In questo modo le banche che hanno truffato i risparmiatori con i bond greci saranno salve. E va bene. Ma almeno troviamo un posto dove mettere a tacere una pazza che ieri sera in televisione programmava il futuro editto bulgaro di Monti e Napolitano (in odio, va da sè, al bieco evasore) di lasciare non più di 150 euro al mese in contanti in tasca ad ogni cittadino. Ogni richiesta di denaro liquido in più comporterebbe una immediata sanzione consistente nella decurtazione di 20 euro da ciò che si è richiesto in più. Senza offesa per i matti, ma questa matta parlava sul serio di noi, delle nostre vite e della nostra libertà. La paghetta di Monti: 150

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi