cerca

Passione e divertimento per il lavoro e chi se ne importa del posto fisso

8 Aprile 2012 alle 16:00

Dopo la scuola ho iniziato a lavorare presso una famosa azienda della mia zona. Mia madre faceva le pulizie nella villa del "padrùn" e io sono stato un po' raccomandato. "Mio figlio conosce bene il tedesco e l'inglese, è un bravo ragazzo e ha bisogno di lavorare." Anche i "raccomandati",però, devono fare il colloquio. "Sai guidare ? Conosci le vie della zona? - Sì, abbastanza, ma conosco anche il tedesco. - Conosci la differenza tra una banca e un ufficio postale ? - Sì, certo, ma so anche scrivere una lettera commerciale in tedesco. - Sai usare la fotocopiatrice ? - Non l'ho mai usata, ma me la cavicchio con dattilografia e stenografia. - Ok, domani inizierai come fattorino. Contratto di formazione per 1 anno”. E' stato 1 anno fantastico. Dopo un po' di mesi a fare archivio, versamenti in banca e in posta, arrivò una richiesta incredibile per me. Andare a prendere un cliente americano all'aeroporto. Non me lo sono fatto ripetere e sono partito in quarta. Al ritorno ho visto tutti che ridevano. Cosa è successo? Non dovevo andare a prendere l'americano con la mia macchina di servizio, un furgoncino Fiorino. Potevo chiedere al sciùr padrùn di prendere la sua Lancia Thema Ferrari. Meno male che il simpatico american boy non si è offeso! Bè, mi hanno confermato lo stesso e mi hanno messo all'ufficio estero, contratto a tempo indeterminato. Che palle ! Dietro una scrivania a tempo indeterminato! A poco più di 20 anni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi