cerca

Reparto geriatrico

28 Marzo 2012 alle 20:00

L'Italia pare questo. Mi rincresce dirlo, perchè ho grande stima di molti uomini e molte donne della generazione di mio padre. Però, se accendo la tv, vedo che in politica sono tutti sopra i 50, il governo non ne parliamo (infatti la lungimiranza mi pare proprio da pensionati), l'altra sera guardo programmi in Tv, passo su Gad Lerner, il più giovane ospite aveva 50 anni. Idem per Santoro, che si tiene però da parte una platea di 20-30enni con un unico requisito: devono essere precari e incazzati, oppure no tav. Di 30-40enni neanche l'ombra. Da nessuna parte. Ma esistiamo? Mi viene da domandarmi, e mi pare che il Foglio costituisca una rara eccezione di opportunità senza barriere di età. Per il resto nulla. Uno sterminato reparto geriatrico. Perfino mia nonna, classe '14, reagisce stizzita quando vede in tv il Capo dello Stato (che è più giovane di lei e che tuttavia ella reputa troppo vecchio per stare ancora tra i piedi). Io però conosco un mucchio di persone in gamba, nel loro lavoro come nella vita, ne conosco di successo, ma sono invisibili in questa disgraziata fascia d'età (che è la mia lo avrete capito) che comprende anche persone che si sono fatte largo con fatica, persone che hanno idee brillanti o che potrebbero essere, senza essere professori, timonieri di una Italia ben diversa da quella cupa, ministeriale, irrimediabilmente vecchia, con tutte e due le scarpe nel novecento, che ci troviamo sotto gli occhi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi