cerca

Sofri e Brigantini

23 Marzo 2012 alle 20:00

Caro Sofri (chissà se avrà modo di leggermi), Lei scrive: “il lavoratore è persona e non è merce”. Verissimo. Il problema è che quelli come Lei e mons. Brigantini sono convinti che la legge (in questo caso il noto articolo 18) possa imporre di fare il bene. Altri, e io tra questi, pensano che la legge possa, al più, non render lecito o, peggio, promuovere, il male. E ciò non solo per un motivo filosofico (il legno storto che non si raddrizza, etc., etc.), ma per un banale motivo pratico: è di solito difficile capire in astratto (la legge) come "fare il bene"; ciò che è male, invece (ad esempio: spegnere una vita umana) è solitamente così ingombrante che lo si vede da lontano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi