cerca

Uguali e più uguali

21 Marzo 2012 alle 07:30

Orribile massacro di ebrei francesi (3 ragazzi+1 adulto) presso una scuola ebraica a Tolosa. Unanime e giusta riprovazione. Caccia all'uomo per individuare i responsabili e consegnarli alla giustizia. Quando in medio oriente ragazzi israeliani vengono ricevono lo stesso orribile trattamento ad opera di "militanti" palestinesi, già la riprovazione non è più così unanime e qualche volonteroso spiega che in fondo la colpa è di Israele. Se poi le vittime sono dei cristiani e il fatto accade in qualche lontano paese dell'Africa o dell'Asia, difficilmente la notizia arriva sulle prime pagine dei giornali e viene trattato quasi come una curiosità etnica. Morale: a parità di fatti, vittime, carnefici e luoghi non sono tutti uguali. Perché? Secondo me l'uccisione degli innocenti è sempre e ovunque un abominio ingiustificabile.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi