cerca

Responsabilità civile dei magistrati

21 Marzo 2012 alle 21:12

Nella ribellione dei magistrati rispetto alla norma in approvazione sulla loro responsabilità civile diretta, c'è qualcosa che non torna. Prescinde perfino dalla loro pretesa di godere, di fatto, di guarentigie non previste da alcuna norma del mondo civile. Lo esprimo con una domanda: perchè i magistrati dovrebbero avere paura ed essere potenzialmente intimoriti o sentirsi potenzialmente condizionati nelle loro libertà e facoltà di giudizio da possibili azioni civili nelle quali verrebero giudicati non da tribunali speciali, ma da altri magistrati?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi