cerca

La differenza fra imparzialità ed indipendenza (dei giudici)

20 Marzo 2012 alle 20:30

I magistrati italiani, attraverso l'ANM ed il CSM, fanno sempre un gran parlare dell'indipendenza della Magistratura; molto meno parlano dell'imparzialità. Eppure fra i 2 concetti vi è una profonda differenza. L'imparzialità, cioè l'essere "terzo" fra 2 parti contrapposte, è il "valore-fine". Essa costituisce l'essenza stessa del Giudice che, se non è appunto imparziale, non può essere considerato tale. L'indipendenza, cioè il non essere condizionabile né da timori nè da speranze, è il "valore-mezzo". Essa rappresenta soltanto uno strumento, non l'unico, attraverso il quale si realizza l'imparzialità del Giudice. Appare dunque strano che il CSM si preoccupi esclusivamente dell'indipendenza dei Giudici, guardando oltre tutto ai possibili timori che li possono condizionare nell'esercizio delle loro funzioni, ma mai occupandosi delle "speranze" che possono condizionarli in maniera esattamente simmetrica. Diversamente perchè mai il CSM si occupa con tanto impegno della responsabilità civile dei magistrati sostenendo che può minarne l'indipendenza e mai interviene sul problema delle candidature politiche? La speranza di ottenere una di queste, con tutti gli enormi benefici, economici e non, che comportano, è infatti suscettibile di condizionare l'indipendenza del giudice molto più del timore di subire un'azione civile di risarcimento. Eppure il CSM non ha mai chiesto che ai giudici, finché sono tali, e per i 5 anni successivi alla cessazione, sia interdetta la nomina a senatore, deputato, presidente di regione, sindaco. Al CSM sfugge che il magistrato che giudica "per timore" è solo un vigliacco; quello che giudica "per speranza" è un corrotto. Il prezzo della corruzione, infatti, come affermano i giudici quando parlano degli altri, può essere susseguente nel tempo, anche di molto, all'atto contrario ai propri doveri. E di quanti giudici si potrebbe dire che si sono guadagnata una nomina del tipo di quelle che ho sopra citato per aver reso servigi ad un Partito?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi