cerca

Esame collettivo

15 Marzo 2012 alle 15:00

Credo che, in riferimento alla Politica, si possa anche parlare di percezione. Bene, quel che si può percepire da pochi mesi, somiglia agli esami collettivi che consentivano al più preparato di rispondere per n. esaminandi; o qualcosa del genere. A parte il non rendersi conto, da parte di chi decide delle nostre Vite, che esiste una massa silente che subisce indifesa la torchiatura, in quanto non appartenente a categorie significative o d’interesse ampio, ciò che preoccupa è il fatto che Coloro che sostengono chi esegue ora, prima si punzecchiasse senza fare ciò che adesso pare – a Tutti – che debba essere fatto. Per queste ragioni, siccome si parla di campagna/e elettorale/i e di primarie, ci si auspica che stiano facendo un corso full immersion di gestione corretta, onesta, rapida, determinata e trasparente della Cosa Pubblica. Già perchè se dovremo mangiare la solita minestra riscaldata condita con bisticci di bassa levatura, converrebbe offrirsi come astronauti anche senza compenso od assicurazione; tanto il rischio non sarebbe molto diverso, anzi, almeno in quest’ultimo caso puoi almeno immaginare che fine potresti fare. Non avresti l’ignoto assoluto di fronte, come le scommesse di Stato: tutte.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi