cerca

Postilla a: "Io sto con gli inglesi"

13 Marzo 2012 alle 16:15

Fra tanti “noi siamo quelli che”, l’anglofilo signore ne ha omesso uno, il più importante (poiché riguarda non qualche centinaio di politici o diplomatici o giornalisti ecc, ma qualche milione di nostri concittadini, quindi una notevole fetta del “popolo italiano” e quindi, alla fine, motiva tutti gli altri)… Rimedio io: Noi siamo quelli che… quando succedono cose che riguardano il nostro Paese ci ritroviamo le rubriche dei giornali piene di prese di posizione contro il nostro Paese. Ossia, noi siamo quelli che, invece di fare come i suoi amati inglesi i quali dicono: “right or wrong… my Country”, ci autocritichiamo immancabilmente o meglio, critichiamo la Nazione e tutti i nostri concittadini e ci tiriamo fuori dal biasimo… stando con gli Inglesi (di turno). Comunque, quelli come lei (che non rispettano il motto di cui sopra) gli Inglesi non li vorrebbero e fanno bene a non volerli (sennò, con tale zavorra, volerebbero anche più bassi di noi, vista la loro minor stoffa), e dirò di più: dovremmo cominciare a farlo anche noi Italiani.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi