cerca

L'eversione giudiziaria

13 Marzo 2012 alle 14:00

Ma non l’aveva detto anche il capo dello Stato che i magistrati dovevano agire in modo non soltanto di apparire ma di essere imparziali e sobri nell’esercizio delle loro funzioni e delle pubbliche relazioni? Si può accettare in questo nostro Paese che alcuni dei suoi pubblici ministeri o peggio ancora procuratori capi della repubblica, gettino discredito alla rinfusa all’ordinamento giudiziario con l’aggravante di fomentare odio popolare nei confronti di un procuratore generale della cassazione e la cassazione stessa per il “torto” di avere espresso una sentenza che va contro l’assurdità dei teoremi giudiziari che sono anche spesso teoremi di pena per il cittadino? Ma è pensabile, ma è accettabile che il capo dello Stato e il Csm davanti a tanta spregiudicatezza, al limite dell’eversione giudiziaria restino vergognosamente con le mani in mano? Perchè in Spagna si, mentre in Italia no?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi