cerca

Bella scusa!

12 Marzo 2012 alle 17:45

C’è Monti che lavora come folletto, la gente fatica, è preoccupata, lo sono molto le imprese, succede qualche gesto estremo di disperazione tra chi ha responsabilità private e si sente stretto in una morsa invincibile. Tra la politica dei partiti s’è diffuso un caos calmo ma evidente per cui non sembrano avere una direzione precisa, credibile e convinta da percorrere. Sbando totale, idee poco chiare, non tanto sul da farsi, ma su come farlo. Ancora si ruba perchè il sistema è così e nessuno si è mai sognato, non di regolarlo a suon di leggi penali, ma definendone certi ragionevoli contorni nell’ambito di un lobbismo consentito e dichiarato come, ad esempio, fanno a Washington. Sono senza idee e, se le avessero, sarebbero privi dei mezzi per realizzarle. E sapete perchè? Perchè in Italia la politica e il pubblico sono troppi, sono ovunque, sono invadenti, ingombranti, sono potenti e autoritari, poche volte autorevoli, quasi sempre autoreferenziali. Hanno perduto definitivamente il contatto con la realtà, hanno smarrito del tutto la percezione vera dei problemi per cui parlano, viaggiano, comiziano e sproloquiano sempre nello stesso modo. La politica senza idee e senza mezzi, solo con qualche soldo, ci ha abituati, o meglio assuefatti, al problema senza soluzione, all’inchino reverenziale nei confronti di chi ha una carica o un camice, a un atteggiamento perennemente fantozziano di teste pensanti ma piegate in avanti, di proteste sbagliate nel posto sbagliato e silenzi sbagliati nel posto giusto. C’è Monti che lavora come un folletto e il resto uguale a prima.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi