cerca

Che cosa aspetta il Cav. a prendere atto di sé stesso? (Dal Foglio)

8 Marzo 2012 alle 15:30

È paradossale che si rinfacci al Cavaliere un comportamento responsabile intelligente al di là di ogni allettamento che il potere poteva e può esercitare sugli uomini ambiziosi. La situazione fallimentare della nostra economia era tangibile, solo la mano esperta di un Monti avrebbe potuto raddrizzare la barca che imbarcava acqua. Un Monti autorevole e non un Tre-Monti pleonastico. Ben fece il Cavaliere a farsi da parte: per l’Italia e per il suo stesso bene. E’ un titolo di merito da ascrivere alla saggezza politica di Berlusconi, questa decisione felice che ha riportato l’Italia nel novero dei Paesi virtuosi. Al di là di certe kakipygie esteticamente oscene.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi