cerca

Bengodi

8 Marzo 2012 alle 19:00

Leggo sempre con attenzione Bengodi, la rubrica di Langone. Oggi è molto intrigante una linea collaterale del discorso, quello sul branzino. Premetto che prima del significato sono attratto dal suono di una parola. Scopro che il varolo, che designa il branzino nelle Marche settentrionali, è in via d’estinzione. La cosa mi soddisfa. Un nome orribile che rimanda direttamente al varano (di Komodo). Peccato per il luasu, che conoscevo, perché bazzico la Ligura da tempo. Luasu è parola tonda, riempie la bocca ed è simpatica, un peccato perderla. Al sud spigola è l’equivalente di branzino al nord e Langone detesta i ristoranti che espongono la parola branzino quando si trova in quei luoghi. Branzino è parola per me neutra, senza infamia né lode; gradirei di gran lunga leggere sui menu (ovunque) spigola che è (suono) parola leggera, guizzante, che scorre via. Non c’entra nulla, ma io preferisco l’acciuga (parola magnifica, quasi erotica) alle carni poco saporite del branzino, spigola o luasu che dir si voglia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi