cerca

Il diritto della forza

7 Marzo 2012 alle 09:00

Quanta ipocrisia per la violazione del “diritto internazionale” ai danni dei nostri marò. Siamo un paese debole e subiamo il “diritto della forza”. Come la subisce il bimbo ucciso nel grembo della madre o il malato terminale finito per pietà dai congiunti. La “forza del diritto” è morta da tempo, assieme alla nostra civiltà. Seppellita dalla violenza inconsapevole di quanti hanno deciso che non esiste verità né norma naturale che possa e debba governare tanto l’arroganza delle nazioni che le passioni sregolate degli uomini.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi