cerca

L'autorevolezza farlocca del Preside

6 Marzo 2012 alle 17:45

I nostri “marò”, imprigionati come due assassini, sono caduti sotto la severità delle leggi indiane, e a nulla è servito l’intervento della Farnesina che pretendeva chiacchierando di farsi ragioni. I due pescatori indiani sono stati uccisi dai nostri soldati o da spari dei pirati in fuga? Questo è il dilemma: lo scopriremo? All’italiana? Quando, come, dove? L’Italia è un’espressione geografica e soltanto la condiscendenza degli interlocutori ci consente di apparire più importanti di quello che non siamo. Qual è l’etica che governa la nostra autorevolezza? L’India è un popolo da un miliardo di abitanti (si narrava che il numero è potenza), noi siamo appena 1/17 della popolazione indiana; quale autorevolezza può imporre il tecnico Monti? La forza del diritto? Quale, quello del più forte? Perché non va a Nuova Delhi il nostro premier? Di persona le faccende internazionali si risolvono al meglio. O soltanto l’economia merita un viaggio a Washington?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi