cerca

Fate qualcosa!

2 Marzo 2012 alle 19:00

Per favore, fate qualcosa per salvare i nostri due marò tenuti in ostaggio in India. Nessun movimento di opinione leva la sua voce, mentre la nostra diplomazia dichiara stolidamente che le lungaggini della magistratura indiana lasciano pensare ad un giudizio a venire preso con grande cognizione di causa, mentre si illude di cavarsela, anche questa volta, col solito corposo riscatto pagato sottobanco. Ma dalle poche notizie che giungono qui, tutto lascia pensare che si prepari uno scenario ben diverso, con i nostri due ragazzi inchiodati a responsabilità inesistenti e condannati, speriamo non a morte, per testimoniare alla popolazione del subcontinente l’autorevolezza di quel Paese di fronte ad una nazione occidentale. Come in quel film in cui gli Usa, per distrarre la loro opinione pubblica, simulavano una guerra con l’Albania. Cosa fare? Io sono quanto di più lontano da un diplomatico, ma avrei già allertato tutte le istituzioni internazionali, chiesto aiuto alla Gran Bretagna, agli Usa, alla Russia, all’Unione Europea, financo alla Cina, a chiunque conti qualcosa a livello mondiale, per operare pressioni di tutti i tipi contro un atto di pirateria esplicito messo in scena da un’intera nazione. Non siamo di fronte a una bagatella o a un caso di omicidio all’estero: qui si stanno attribuendo le morti violente di due pescatori, uccisi probabilmente da delinquenti locali o dalla vigilanza di un’altra petroliera, a due esponenti della nostra Marina in missione. Senza prove e con argomentazioni speciose e in spregio a tutte le norme di diritto internazionale. Non ce n’è abbastanza per un incidente diplomatico? Dove si crede di arrivare, con questa deriva imbelle e lassista?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi