cerca

Perché la TAV? Che ce ne facciamo? Nulla

29 Febbraio 2012 alle 19:45

Ci si spieghi perché gli italiani debbano spendere decine di miliardi (con la crisi economica) per una alta velocità che serve solo a far arrivare prima le merci a Lione. Cioè per fare arrivare prima la mozzarella (come disse Beppe Grillo) o il tonno in scatola (Crozza). Ma che ce frega dell’alta velocità. Il mondo è impazzito nella riduzione dei tempi quando invece bisognerebbe avere una vita non ossessionata dalla corsa, per di più inutile. Perché le decisioni vengono prese sulla testa dei cittadini trattati come scarpe vecchie i questa farsa di democrazia che è fondata sulla dittatura di una farsa di Unione Europea. Che vada alla malora l’euro che ci ha rovinato. Ha detto l’economista Stliglitz che la soluzione dell’economia consiste nel tornare alle monete nazionali. Ci sarà all’inizio una svalutazione anche della lira, ma i benefici secondo Stiglitz saranno assai superiori. Esiste una legge economica che dice che il valore della moneta deve essere proporzionale all’economia reale e non fasulla degli speculatori finanziari. Si è costruita un’Europa che è una disgrazia per tutti, tranne che per la Germania che ormai è padrona dell’Europa dell’euro. Ora basta con questa disgrazia e mitologia dell’Europa Unita. Il filosofo Kant aveva previsto che un’Unione Europea sarebbe andata a vantaggio degli Stati più forti. Lo disse nel 1795 (Per la pace perpetua). Ma Kant era onesto. Questi politici dittatori sono dei disonesti che ammantano di democrazia una dittatura che ha espropriato gli Stati della loro sovranità.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi