cerca

Coincidenze della giornata

29 Febbraio 2012 alle 12:30

Stamattina dall’autoradio sento un’intervista a Giulio Tremonti. Parlava del suo ultimo libro “Uscita di sicurezza”, nel quale dice peste e corna delle banche che si fanno bische e del loro strumento maligno per eccellenza: i derivati. In serata invece, su un sito web delle mie parti, sudnews.it, è riportata la notizia che la giunta regionale pugliese ha tenuto una conferenza stampa per annunciare che finalmente la Puglia è riuscita a liberarsi di un contratto capestro con quei capi bisca di Merryll Linch. Cito un passaggio a caso: “Con questa operazione si è recuperata la sostenibilità finanziaria della Puglia e si è annullato un contratto pernicioso che ci sono voluti due anni di lavoro di professori universitari per capire cosa prevedeva, tanto erano difficili da capire le carte. La transazione scritta qualche settimana fa con Merril Linch ora è esecutiva, perché si sono rispettati gli ultimi adempimenti formali. Era in vigore dal 23 febbraio 2012, ma per annunciare che i soldi pubblici saranno gestiti con maggiore cautela e non saranno buttati in spericolati investimenti finanziari si è aspettato tutto il tempo. L’operazione fatta nel 2003-2004 seguendo la finanza creativa di Giulio Tremonti ci aveva inguaiati non poco, insieme a tantissimi Comuni e società pubbliche.W A chi credere? Me la giocherò a testa o croce, così per non sbagliare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi