cerca

Bombe che impoveriscono o della rana bollita

28 Febbraio 2012 alle 09:00

Fermiamoci un minuto e lasciamo perdere i cinquettii che incatenano all’istante (Twitter ignora la storia). Dire che i tempi nell’ultimo quindicennio sono cambiati è un ormai un evidente eufemismo. Per mutamenti in geopolitica e geoeconomia molto minori in un passato non lontano si mandavano le cannoniere per aprire la via alle corazzate. Oggi non possiamo più permettercelo e ci manca il pelo sullo stomaco. Zitti e buoni lasciamo piovere le bombe che non uccidono ma impoveriscono “soltanto”, perfezionamento di quelle famose al neutrino, che uccidevano ma non distruggevano. La bomba “alla miseria” è ecologica, silenziosa, invisibile, priva di controindicazioni ed efficacissima: non uccide, non distrugge, non sporca (perciò piace ai verdi), impoverisce lentamente. La bomba della rana bollita. Quando te ne accorgi (se pure te ne accorgi), sei morto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi