cerca

Ridere o vergognarsi, questo è il dilemma, forse

24 Febbraio 2012 alle 16:15

E’ molto improbabile, anzi, sicuro, direbbe Greggio, che il processo Mills finisca con una condanna. Vista la prescrizione imminente non ci sarà altro effetto al di là di un ringhio rancoroso nei confronti di Berlusconi il quale per ottenere una riabilitazione dovrebbe rinunciare alla prescrizione e ricorrere in Cassazione: tempo e denaro. Una curiosità però mi rimane: se a seguito del ricorso Berlusconi dovesse risultare innocente gli verrebbero rimborsate tutte le spese sostenute, compresi il valore del suo tempo e il danno morale subito? Se la risposta è forse, può darsi, non proprio, si potrebbe ipotizzare, in casi analoghi non sempre però, insomma se la risposta è la consueta suppurazione leguleia all’italiana, è l’espressione della non certezza del diritto significa che l’Italia è una paese degno delle famigerate classifiche che lo vedono a livello degli statarelli del continente nero alle falde del Kilimangiaro, parapunzi punzi pa. Ridere o vergognarsi, questo è il dilemma, o forse no, purtroppo non lo è più.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi