cerca

MMT e monarchia

23 Febbraio 2012 alle 20:45

Stampare moneta abitualmente come prescrive la Modern Monetary Theory è pericoloso, ma il pericolo non è nello stampare moneta, quanto piuttosto nella democrazia: è difficile spiegare agli elettori che non si è stampata abbastanza moneta per finanziare tutte le spese (sprechi compresi) della sanità perché altrimenti si sarebbe avuta troppa inflazione. D’altra parte, sarebbe anche ora che la gente capisse quante lacrime e sangue causa e ha causato l’andreottiano ‘pensar male’. Sarebbe ora di rivalutare la monarchia, quella vera, ma in democrazia, con un Parlamento eletto e una rigida separazione dei poteri, con un re che abbia più o meno i poteri del presidente americano (certo non quello di nominare i giudici della Corte Suprema, per esempio). Non sarebbe un dittatore, perché dovrebbe sempre confrontarsi con il Parlamento, magari molto ostile, e potrebbe essere costretto a dimettersi, come Nixon. Comunque avrebbe meno potere del Preside Monti, al quale il Parlamento è asservito. Governerebbe con la serenità di un presidente al secondo mandato, e inoltre renderebbe possibile una cosa che ho sempre sognato, essere governato da un diciottenne.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi