cerca

La Lega alla conquista di nuovi territori

21 Febbraio 2012 alle 12:00

La Lega Nord sembra fare sul serio e fare i conti con l’oste in vista delle prossime elezioni amministrative. Oltre che correre da sola in Lombardia, lo farà anche in Veneto ed in particolare a Verona, in Emilia a Parma. La conquista dell’Emilia Romagna è tutto merito leghista in quanto il Carroccio si è conquistato territorio dopo territorio, città dopo città, una terra fino a poco tempo fa retaggio comunista. Grazie a comizi, a programmi continui, ad aperture di nuove sedi leghiste, la Lega sarà molto concorrenziale in Emilia. Tra le regioni del nord Italia manca solo una regione all’appello: la Liguria, piccola striscia di terra sul mare che potrebbe divenire il vero ed unico porto della Padania. Mi auguro che il prossimo step verso un’ulteriore conquista padana sia proprio tale regione lasciata da sempre in balia di giunte rosse. L’unica città che sta lavorando bene è Savona e provincia. Penso che la Lega si debba porre delle sfide sempre maggiori per poter accrescere i consensi e superare il 10 per cento nella graduatoria delle preferenze. Solo in questo modo riuscirà a combattere le sue battaglie in toto, con coerenza ed amore per il territorio e per gli italiani, ciò che la contraddistingue dagli altri partiti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi