cerca

I Marò e l'Italia

21 Febbraio 2012 alle 13:00

I nostri Marò navigano in acque internazionali, rappresentando l’Italia e la sua forza di Pace nel mondo e contribuendo solidalmente alla sicurezza. Se davanti un episodio di qualsivoglia interpretazione, l’Italia mostra, invece, la propria debolezza Istituzionale,ne consegue un vuoto di rappresentanza dei nostri militari impegnati in giro per il mondo. Cioè, le forze militari di pace non rappresentano il nostro Paese, quando Esso si mostra sfuggevole in sede di valenza Politica. La credibilità che cerchiamo presso le sedi di concertazione Europea (Monti-Merkel-Sarkosy) è meramente legata a contenuti economici. In questi casi, il Presidente della Repubblica, il Premier, il Ministro degli Esteri, l’Ambasciata e tutte le forze Politiche DEVONO mostrare fermezza ed autorevolezza (la stessa che stanno applicando internamente, per la promozione dei salassi e delle vessazioni cui siamo chiamati a soffrire, per salvare quell’Italia che non sento difesa oltre confine) nell’esigere che i Nostri Militari siano immediatamente (e ripeto:immediatamente) rilasciati, indipendentemente dal decorso delle indagini, l’esito delle quali non prescinde dal trattenere fisicamente due Militari.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi