cerca

Dovremmo cercare di capire Federico II Imperatore

21 Febbraio 2012 alle 14:45

Ragioniamo ancora troppo con la mentalità dei tempi dell’estrema lotta contro il Barbarossa. Anche per questo, non riusciamo a colloquiare tra Nord e Sud. Eppure sarebbe utilissima la rilettura della storia con senso auto critico ed un pizzico d’ironia. Federico II, nato a Jesi, nipote del Barbarossa e di Ruggero II Normanno di Sicilia, considerato da molti: stupor mundi (“meraviglia o stupore del mondo”) e puer Apuliae (“fanciullo di Puglia”), educato in Italia Meridionale, prima Re di Sicilia, indi Imperatore del Sacro Romano Impero, Re di Gerusalemme, scomunicato due volte, anticristo odiato ed amato da molti (attualmente amato e studiato da molti italiani e moltissimi tedeschi) era riuscito, (tra le tantissime cose che ha realizzato), a conciliare CRISTIANI, EBREI e MUSULMANI. Ha cercato (sin quando ha potuto) di evitare conflitti, guerre tremende e crociate orribili. Non è cosa da poco. Oggi non siamo capaci neanche di dialogare in pace. Dovremmo ristudiarci un po’ meglio la storia e un po’ più Federico II, e cercare di andare d’accordo, senza odiarci.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi