cerca

Riformare ma non cancellare

20 Febbraio 2012 alle 20:00

Siamo più o meno tutti d’accordo, i partiti così come sono strutturati vanno riformati: ma attenzione, riformati, non cancellati, perchè ancora non ho sentito nessuno di quelli che “vogliono mandare tutti a casa” parlare di alternative credibili. Personalmente non sono in grado di dire come dovrebbe essere questa riforma, sicuramente più trasparenza ed onestà sarebbe già un buon inizio, ma per ottenere questo sarebbe necessario che anche i cittadini che eleggono i deputati fossero trasparenti ed onesti, e su questo o dei dubbi! Non voglio dire che ognuno ha il governo che si merita, ma certo la nostra storia recente e passata non mi fa essere ottimista. Attendo fiducioso proposte concrete e non alla Grillo, ma quello che è fondamentale è non buttare via il classico bambino con l’acqua sporca!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi