cerca

Celentanate & C.

20 Febbraio 2012 alle 16:15

Celentano ha parlato (o straparlato) in TV ed invece non avrebbe dovuto. A qualcuno sfugge che è stato chiamato (e cercato a lungo) proprio per questo? Pur se uno dei migliori interpreti della canzone italiana, pur se artisticamente di levatura d’eccellenza, non è stato chiamato per l’esibizione canora (che oggi non produce riscontri di share) ma proprio per parlare. Quindi, se i suoi monologhi infastidissero davvero qualcuno, nessuno degli “addetti ai lavori”, in prima battuta la Dirigenza Rai, può sentirsi estraneo o non corresponsabile di eventuali tracimazioni. I numerosi detrattori che lamentano l’inopportunità dei suoi discorsi, perchè poco allitterato, peccano di atteggiamento discriminatorio, in quanto non mi sento minacciato da un verbo sbagliato, semmai da contenuti pervicaci. Celentano ha sempre cantato tali contenuti ed ha venduto milioni di copie. Ogni tanto, ripete, parlando, gli stessi contenuti, senza base musicale lo pseudo-intellettuale di turno si risente…

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi