cerca

Quote rosa

15 Febbraio 2012 alle 15:15

Non c’è niente di più discriminatorio di una legge che stabilisca percentuali distinte per sesso o altro. Più si legifera in materia e questo vale anche per gli orientamenti sessuali, più si certificano le diversità. La parità di trattamento si ottiene solo facendo le selezioni secondo il merito e con correttezza. Non vedo molta differenza fra le tante vituperate raccomandazioni e la scelta obbligata, per legge. Perché umiliare così le donne?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi