cerca

Proposta “Svuota-carceri” è legge

15 Febbraio 2012 alle 17:15

Sul pacchetto “svuota-carceri” fino a ieri c’era ancora qualche speranza che le lamentele e i paletti, posti soprattutto dalla Lega Nord per stoppare una riforma ritenuta assurda e inconcepibile in un Paese serio che si rispetti, producessero qualche risultato. Al contrario, oramai la proposta del governo è divenuta legge con un unico piccolo ma importante successo ottenuto dalla stessa Lega. Vale a dire, è passato l’ordine del giorno della Lega per permettere che gli stranieri scontino la pena nei rispettivi Paesi di origine. Tuttavia, il risultato è che 3.300 condannati detenuti verranno rilasciati liberi per scontare l’ultimo anno e mezzo di pena agli arresti domiciliari. D’accordo, un anno e mezzo non sono una vita ma anche se fosse un giorno di più da trascorrere a casa è il principio ad essere sbagliato. Innanzitutto non si è neppure trovato il compromesso di far prestare un lavoro da casa magari non retribuito per aiutare lo Stato. Inoltre occorrerebbe scandagliare il problema alla radice e pensare, anziché allo svuotamento delle carceri che rischia di farle riempire nuovamente tra qualche anno, a sveltire i processi italiani. Usuale mancanza di buon senso all'italiana. Ma come sempre a pagarne le conseguenze saranno i cittadini italiani .

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi