cerca

Moody’s ci bastona, a poche ore dal Monti che “aveva convinto gli investitori”

14 Febbraio 2012 alle 12:30

Difficile non concordare con l’analisi di Moody’s riportata nell’articolo. Tanto riferita all’Italia che all’Europa. E’, per giunta in forma assai moderata, la stessa analisi di qualsiasi investitore che valuti il nostro paese e che, giova ricordarlo, oltre ai fattori economici in senso stretto ha anche altre remore all’investimento (burocrazia, tempi della giustizia, incertezza assoluta sul quadro normativo solo per fare degli esempi), tutti fattori sui quali il governo, si è ben guardato dall’intervenire. Al che ci si potrebbe chiedere come e chi possa essere tanto insano di mente da investire nuovi capitali in un paese che, oltre a mantenere quei problemi, pensa bene di incrementare le tasse (quelle vere, reali, non quelle delle statistiche) su valori, di fatto, da feudatari rapaci ante ribellioni ripeto, ante ribellioni, senza ridurre le spese dello stato e senza cedere beni, mobili e immobili, dello stato medesimo. Stupisce, piuttosto, l’azzardo di un presidente del consiglio che, in una situazione come questa e senza, di fatto, dover rendere conto a nessuno, esprime invece con una certa sicumera una posizione che, come ovvio, i fatti in poche ore hanno dimostrato essere falsa sminuendo, eufemisticamente, quell’aura di credibilità che sarebbe stato il motivo principale della sua investitura. Parlo di credibilità internazionale, ovviamente. L’unica che conti in questo caso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi