cerca

Mammoni, bamboccioni e figli di papà

7 Febbraio 2012 alle 17:15

E’ positivo che il Signor Monti e le due ministre l’abbiano fatta un po’ fuori dal pitale, consentendo di riflettere sulla reale condizione dei giovani tra famiglia e lavoro, con argomenti che vanno oltre la sterile diatriba sui figli loro e su come li abbiano opportunamente sistemati. L’assunto della Cancellieri, come quello del compianto Padoa Schioppa, non corrisponde alla verità, basta guardare il boom delle richieste di arruolamento, in primis nell’esercito che paga peggio, per evidenziare come i nostri giovani siano disposti a lavorare ovunque purché ne valga la pena. Che ci sia poi l’anelito a restare vicini ai propri cari è più che legittimo. Un dato di fatto, sul lavoro nelle aree più produttive d’Italia, è quello sui forti costi da affrontare per un immigrato nostrano. Finita l’epoca della casa popolare e degli affitti facili e congrui, oggi bisogna mettere in conto mezzo stipendio solo per il fitto; aggiungendo le spese vive (non sono più i tempi della baracca in Svizzera o della portineria a Roma) va da sé che non c’è convenienza a spostarsi, se alla fine lo stipendio serve a garantire a stento la sopravvivenza da solitari. La colpa della politica é di aver sfruttato il ciclo d’istruzione come sostanziale parcheggio per molti, favorendo il progresso negli studi con lassismo intellettuale anti meritocratico mescolato all’esigenza pratica di nascondere disoccupati senza dover affrontare la specifica problematica. Ciò tuttavia ha aumentato le ambizioni di chi ha poi conseguito il “Pezzo di carta”. Un altro fenomeno sociale sottovalutato, riguarda il ruolo assunto negli ultimi decenni dai papà/nonni e dalle mamme /nonne. I figli lavorano, spesso a basso reddito, i genitori, magari in pensione prima del tempo, li aiutano economicamente e fisicamente. Ultima nota per Monti. Molti bocconiani dopo la laurea si ritrovano a fare gli impiegati nelle assicurazioni a Milano, gli sportellisti in banca a Londra o a Singapore. E’ questa la mobilità che non annoia?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi