cerca

I coppieri

7 Febbraio 2012 alle 18:45

Secondo Santanchè, Fornero e Cancellieri “sono politicamente scorrette e se ne fregano del consenso, non vogliono compiacere ma vogliono agire. Sono brave”. Se ne fregano del consenso perché non ne hanno più bisogno. La democrazia è al suo epilogo, schiacciata dal peso del panem et circenses elargito a dismisura, e si sta gradualmente trasformando in tirannia, com’era inevitabile. Gli scaltri coppieri per regnare hanno prima inebriato il popolo falsando le leggi aritmetiche dell’economia, ora cercano di sedarlo con i sensi di colpa. Tu giovane, non riesci a pagare uno stratosferico affitto fuorisede e sei costretto a cercare un lavoro vicino alla casa dei tuoi? Sei un bamboccione, un mammone, fai schifo. Non si era bamboccioni quando un’economia sana permetteva di trovar casa, di sposarsi, di lavorare in un luogo vicino ai propri affetti e alla propria terra. Questi legittimi desideri di ogni uomo erano realizzabili in un mondo con poca burocrazia, poche regole, pochi diritti. Man mano che i coppieri hanno accresciuto diritti, regole, burocrazia, la qualità della vita si è deteriorata fino a creare le condizioni per poter staccare la spina del consenso, fallace, del popolo. La tirannia mascherata da tecnocrazia migliorerà le cose? Le peggiorerà, fino a quando il popolo non riconoscerà la voce dei veri pastori, nemici degli scaltri coppieri che sono sempre stati dei tiranni mascherati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi