cerca

Ferrara mente sapendo di mentire

30 Gennaio 2012 alle 15:30

Nella puntata di Radio Londra di venerdì, Giuliano Ferrara, con ironia fuori luogo, ci ha ricordato il parallelo (mancato, secondo lui) tra il finale del film di Nanni Moretti, il Caimano, e la vera fine del governo Berlusconi. Ebbene, la visione del film di Nanni Moretti è stata centrata in pieno, a differenza di quanto vuole ricordare Ferrara, perché l'uscita di scena di Berlusconi tra migliaia di cittadini indignati e fischianti al suo passaggio, si è verificata la sera in cui Berlusconi si recò al Quirinale per dimettersi, anzi, addirittura è dovuto "scappare" da un'uscita laterale per non riattraversare quella marea di folla festante per la sua (speriamo definitiva) uscita di scena. D'accordo sostenere un'idea o un uomo, atti assolutamente legittimi, ma pretendere di farci vedere cose diverse da quelle che abbiamo visto in diretta tv quella sera, è davvero ridicolo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi