cerca

Zeitgeist ed effetti nel tessuto socioeconomico

24 Gennaio 2012 alle 16:30

Riassunto del “Repubbliche precedenti” e di alcuni risultati tangibili di oggi, forse, un pochino da correggere. Credo che lo Spirito dei Tempi, a livello globale e, nello specifico, in Europa, in Italia, sia uno stato d’insoddisfazione per tutto e per tutti, che pare attendere un segnale forte. Nel frattempo, riempiamo quotidiani, rotocalchi e tv, con la Costa Concordia. Vale sempre l’antica regola della distrazione dal peggio: dai gladiatori agli stadi, intanto, chi governa suda freddo (tutti ed ad ogni livello) siccome non saranno certo felici di attuare disposizioni che “salvano le apparenze di politica internazionale”, ma sanno benissimo che, nell’immediato, determineranno come minimo insoddisfazione se non peggio e, in quanto a crescita, nel caso le determinazioni legislative entrassero davvero in vigore, di fatto gli effetti, se ne usciremo integri, saranno nel corso degli anni futuri per la mancanza o scarsità di liquidità. Credo che dobbiamo rassegnarci al fatto che siamo tutti su una metaforica: “Costa Concordia” e tutti, dobbiamo pensare a salvare ogni bene, non solo personale siccome non siamo individui nel vuoto assoluto, ma comune, dunque, ascoltando e rispettando tutti e cercando di capirne le ragioni. Nel Paese di Utopia si sogna ancora, la realtà è diversa e quel poveretto, caduto per motivi di lavoro, è l’esempio del fatto che il potere del denaro, che ci sia oppure no, determina lo Spirito dei Tempi, lo Zeitgeist. Spiritello che c’è, è concreto, ma non si vede, ne percepiamo solo l’esistenza e ne vediamo i primi effetti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi