cerca

Le regole della democrazia

13 Gennaio 2012 alle 13:15

La bocciatura del referendum da parte della Corte Costituzionale pone sempre il problema della modifica dell'attuale legge elettorale. Adesso vedremo ergersi, come piccoli maestri, i cultori del maggioritario, quelli del proporzionale, quelli di sistemi misti, doppio turno alla francese, sistema tedesco, quello spagnolo e così via. Fatto è che una cosa è certa: l’attuale legge elettorale mortifica le scelte del cosiddetto popolo con un Parlamento di nominati e un premio di maggioranza davvero esagerato. Verrà cambiata la legge elettorale prima delle elezioni del 2013? Ho molti dubbi. Cadrà il governo Monti in anticipo? Dubito fortemente. Gli attuali partiti infatti o non sono preparati alle elezioni, vedi Terzo polo, o hanno paura delle urne, vedi i due partiti maggiori, Pdl e Pd. In questa situazione nebulosa e confusionaria a subire le conseguenze negative saremo tutti noi italiani, sia quelli che votano per la destra, quelli che votano per la sinistra e quelli che votano per il centro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi