cerca

Cinema: Edgar Hoover

10 Gennaio 2012 alle 15:00

Dietro J Edgar Hoover non c’è il miglior Eastwood. Ne esce un’immagine del Federal Bureau molto ridimensionata, che costruisce dossier per giustificare se stessa più che per difendere la nazione. Hoover sembra più simile al colonnello Jessep di Codice d’Onore che all’incarnazione del potere dei personaggi di Eyes Wide Shut. Ci vedo una ricostruzione che volendo sbozzare l’uomo oltre che l’istituzione, finisce per non riuscire ad approfondire nè l’uno, nè l’altro. E tanto meno la politica di quegli anni che diventa solo uno sfondo storico per mettere apposto le date in basso a destra ai fotogrammi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi