cerca

Pdl e Udc di nuovo insieme?

5 Gennaio 2012 alle 12:30

E’ nella logica delle cose, anche se talvolta non sembra, che alla lunga si impongano e prevalgano i motivi di sintonia e di reciproco, sostanziale interesse. Finché il Pd, non sarà riuscito a rendersi credibile come schieramento autenticamente riformista, autonomo dalle sirene massimaliste, dai sindacalisti d'antan e da condizionamenti molisani, bene, al momento della scelta decisiva, i moderati, comunque collocati che sono la maggioranza dei voti disponibili, tenderanno, sia pure con distinguo e gelosie di spazi, a stare insieme. Il problema è: quanto elettoralmente e quanto politicamente. Vedremo in Sicilia. Comunque, fatelo sapere al Cav., l’esito dell’operazione siciliana, e non solo, dipenderà da come si muoverà lui. Considerando che siamo in pieno idillio tra Casini e Monti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi