cerca

Evasori e libertà conculcata

4 Gennaio 2012 alle 08:45

Che si debba reprimere l'evasione fiscale è un dovere dello Stato preposto alle necessità della collettività, ma che si debba opprimere la collettività(61 milioni di cittadini) per stanare alcune decine di migliaia di evasori, mi sembra paradossalmente una prevaricazione. La libertà del cittadino non può subire le angherie del fisco e non può nemmeno riferirsi ad un bene comune leso dalla tracotante furbizia degli evasori. La libertà non è un carciofo, non si gode a foglie, la legge deve colpire i trasgressori e non gli onesti per scovare i trasgressori. Non è che avessimo bisogno di un Mario Monti, bocconiano, per scoprire la matrice della tirannia!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi