cerca

Miseria e nobiltà

31 Dicembre 2011 alle 14:00

Il Presidente del Consiglio Mario Monti, in conferenza stampa, ha sottolineato che, finalmente, in Europa ci ascoltano,che siamo ritornati ad avere la considerazione degli altri Paesi e che, di conseguenza, la serietà è al potere. Non al governo, ma al potere dico io. Quindi nobiltà per chi ci rappresenta e per noi tutti. Della miseria che sta invadendo l'Italia non ne ha parlato. Con la supponenza di chi sa e di chi riconosce negli altri, noi tutti, un considerevole basso livello di capacità intellettiva, ha spiegato poco parlando troppo. Per dire che stanno provvedendo alle misure per la crescita erano sufficienti 10 parole. Personalmente mi auguro che questo Governo riesca a combinare qualcosa di buono. Altrimenti saranno drammi reali. La lezione del professor Monti ha messo in chiaro una cosa: la democrazia è stata messa i un angolo. Non si parla al popolo e non si spiega allo stesso quello che si va a fare. Non si autorizzano le persone a sperare in giorni migliori. Si viene trattati come alunni ripetenti e poco studiosi che, per passare gli esami, sono sottoposti a regole dure ed a sacrificarsi su tutto. Monti sorride poco ed il suo è un sorriso grigio. Gli italiani non sorridono più.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi