cerca

La telefonata: Berlino chiama Roma

30 Dicembre 2011 alle 16:08

La ricostruzione del Wall Street Journal: ad ottobre vi fu una telefonata decisiva di Berlino al capo dello Stato. Oddio, non è proprio da escludere a priori. Però fonti informatissime riferiscono che Angela avrebbe parlato in questi termini:"Caro Giorgio, passi per il cucù, che comunque offese la mia mancanza di humor e la pura razza umana ariana cui appartengo, ma culona no! Qui è in ballo la dignità di tutte le donne del mondo. Senti un po', Berlusconi ha preso l'impegno del pareggio di bilancio, ma non vuol mettere nuove tasse, neppure sui soliti noti, come se non bastasse aver eliminato l'ICI, per cui se cade in Parlamento e si va alle elezioni, l'euro potrebbe avere contraccolpi che ci coinvolgono in pieno. Noi tedeschi non lo possiamo permettere. Lo capisci no? Con tutti i titoli greci che abbiamo in pancia. Pure Nicola è preoccupato per la finanze francesi. Guarda un po' se trovi un tassator cortese che ci faccia respirare. Ci conto". Così narrano le fonti informatissime. Sic rebus stantibus, ogni ipotetica smentita sarebbe inficiata dalla necessità di nascondere la reale natura della telefonata.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi