cerca

Lo spread e...le scommesse sulle partite

29 Dicembre 2011 alle 18:30

Ormai lo spread possiamo ormai considerarlo stabile, e giocoforza acquisito. Rimarrà sui valori attuali , a quota 500 con creste più o meno in una tolleranza accettabile . Non è più scandaloso questo spread, proprio perché è a misura del mercato, e quindi ineliminabile : è il costo passivo del nostro debito sul quale la speculazione dei professionisti ha ormai perfezionato il controllo del rischio, finché le regole UE non varieranno. Come le scommesse sulle partite da parte dei protagonisti del gioco: chi potrà più impedirle? Dovrebbe avvenire una diserzione in massa degli amanti del calcio, cosa estremamente improbabile. Come l'uscita dall'Euro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi