cerca

Bocca, un intellettuale atipico

27 Dicembre 2011 alle 11:30

Non so se si fa un elogio a Bocca quando si dice , come spesso sto leggendo in queste ore, che nella sua vita non ha mai cambiato idea. O meglio , da giovane come tutti era fascista e poi, una volta sposato la causa partigiana, è rimasto indissulubilmente legato ad essa. Questa sua affezione, quasi faziosa, lo ha portato spesso a coltivare il pregiudizio verso coloro che non la pensavano come lui. O condividevi le sue idee o eri dall'altra parte, cioè nell'errore. Era per questo un intellettuale atipico, perchè le sue analisi non erano mai attraversate dal dubbio. A suo onore va il fatto che le sue idee, giuste o sbagliate che fossero, non le ha cambiate nemmeno nei confronti dei potenti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi