cerca

Democrazia sospesa

22 Dicembre 2011 alle 18:00

Non sono favorevole ai governi tecnici, ma bisogna fare i conti con la realtà. Il governo eletto nel 2008, che io ho votato, ha fatto poco o nulla (mi viene in mente la "frustata all'economia", la "riforma della giustizia", "il sistema pensionistico è solido", "la crisi è alle nostre spalle", le liberalizzazioni, la riduzione delle tasse dopo la sconfitta alle scorse elezioni, ecc. il tutto con risultato uguale a zero). Perché mai il governo che uscirà dalle elezioni anticipate dovrebbe garantirci quelle riforme e gli altri interventi, che non abbiamo avuto con Prodi prima e con Berlusconi dopo?. E poi, se si va alle elezioni, il centro destra potrebbe vincere, ma potrebbe anche perdere, oppure vincere alla camera ma non al senato. Idem dall'altra parte. Il confronto con la Spagna non regge, il loro sistema politico e costituzionale è ben più efficiente del nostro. Tener ben presente che le Camere le ha sciolte il governo Zapatero, e là chi vince riesce anche a governare, al contrario che da noi. Il governo tecnico, la riforma delle pensioni l'ha fatta (magari si poteva fare meglio), ciò che tre governi precedenti non sono riusciti a fare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi