cerca

Carceri, amnistia e pentimento

22 Dicembre 2011 alle 15:00

Le carceri da anni scoppiano di detenuti, molti di più che l'agibilità consente. Allora di tanto in tanto si cercano motivi per mandare a casa un po' di gente, non pentita, non reinserita, ma di nuovo disoccupata, senza un futuro. Dopo un amnistia o un condono le statistiche dicono che solo una piccola parte ridelinque, falso sono solo quelli che si fanno beccare che entrano in statistica. Il conto di tutto ciò lo pagano i cittadini che si vedono derubati oltre che da uno Stato ipertassatore anche da chi comprensibilmente, senza lavoro, deve pure campare. Si parla da una vita della riforma della giustizia, che non si fa mai come se la giustizia non fosse un valore comune a tutti, destra e sinistra. Quando si va al supermercato lo sconto è uno solo, con il diritto penale no: c'è il rito abbreviato 1/3 della pena in meno, ci sono le attenuanti generiche, la buona condotta, e l'affido ai servizi sociali prima che tutta la pena sia scontata. Poi il meglio viene con il pentimento del reo: giurin giureta el fu pou. Mi pare che la pena debba servire alla riabilitazione del reo, che può avvenire solamente in presenza di una presa di coscienza, da parte dello stesso, del male arrecato che può sfociare solo nella interiorizzazione di uno stato di sofferenza, non perchè si è al gabbio, ma per il male che si è procurato a terzi, per cui solo nella macerazione dell'animo e nella volontà di scontare una pena per riparare al torto si può rinascere e ricercare il perdono alla società e alla parte lesa. Le scarcerazioni facili,la lenta giustizia che tiene più in carcere prima del processo che dopo, la mancanza di carceri, non fanno bene a nessuno, siamo il Paese dove il perdonismo cattolico si è sposato con il buonismo proletario comunista: di peggio non ci poteva capitare. Vadano a rileggersi i nostri legislatori, se non l'anno mai fatto, il piccolo libretto di Cesare Beccaria, Dei delitti e delle pene, e si accorgeranno quanto la nostra giustizia penale vada riformata.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi