cerca

La dea, la maionese e l’ipocrisia verbale

21 Dicembre 2011 alle 10:00

Lasciate dunque ch’io vi narri delle mie avventure amorose e di quell’unico momento di gloria in cui conobbi la dea dalla pelle d’ebano, la quale (sia detto tra parentesi) aveva un sedere che Pippa Middleton se lo sogna! L’incontro con la dea avvenne in una piccola discoteca di provincia. Sotto la fredda luce blu delle lampade di Wood, lei, accortasi del mio spudorato tentativo d’approccio, mi chiese: ‘Non ti da fastidio che io sia nera?’ al che io galante: ‘E a te non da fastidio che io sia bianco?’. Questa risposta volta a sottolineare la futilità della questione, dacché il razzismo e la xenofobia non possono essere ridotti alla mera questione della differente pigmentazione della pelle. Ma sto divagando, perché, avvinti dal mio racconto, vi starete forse chiedendo come finì la bella storia. È con sommo rammarico, più mio che vostro credetemi, che la vicenda si concluse con un nulla di fatto. Perché? Perché io e la dea avevamo idee troppo diverse: sulla famiglia, sulla religione e sul modo di intendere il rapporto stato – chiesa. È dunque questo diverso modo di intendere le fondamenta del vivere civile (non che ve ne sia uno giusto, semplicemente sono distinti) che mina i maldestri tentativi di integrazione voluti da politici pressappochisti. Direi infatti che è prematuro voler integrare nuove culture in un’Europa consumata da secolari divisioni quali quelle tra i cattolici e i protestanti d’Irlanda, i Fiamminghi e i Valloni in Belgio e tra il nord e il sud d’Italia (altrimenti non ci sarebbe chi ancora parla di secessione). È come montare la maionese: gli ingredienti, tutti ottimi e freschi, vanno aggiunti con cautela e se si sbagliano le dosi la medesima impazzisce. A onor del vero l’incontro con la dea non avvenne propriamente in una discoteca e, ovviamente, la vicenda è stata romanzata, ma spero rimanga inalterato il valore educativo di questa novella. E per favore non chiamatemi razzista, piuttosto scettico dell’integrazione!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi